Recently in Web design Category

Pagine di Testo IntraText: esempio delle pagin...

Pagine di Testo IntraText: esempio delle pagine di testo del formato IntraText (Photo credit: Wikipedia)

Voglio dire che il refresh automatico delle pagine web, chiamato anche "reload automatico" dal mio punto di vista, è una gran cazzata, poco utile che fa perdere la pazienza al lettore.

Con il refresh automatico, il webmaster che lo implementa nelle pagine web dimostra, secondo me, solo tanta incompetenza e scarsa sensibilità nei confronti del navigatore.

Il refresh automatico di una pagina web fa perdere il filo del discorso al lettore che non ha ancora terminato di leggere la pagina web, soprattutto quando si tratta di una pagina con molto testo, costringendo il lettore a scrollare la pagina dall'inizio per riprendere la lettura della pagina dal punto in cui è stata persa. Non solo, il refresh automatico delle pagine web è uno spreco di risorse che costringe il client http del lettore a ricaricare la pagina e quindi a consumare dati inutilmente che poi vengono addebitati sul profilo dati del contratto stipulato dal lettore con l'operatore di telecomunicazioni. Se la pagina è "pesante" cioè ricca di foto e contenuti multimediali, il costo in termini di consumo dati si fai poi sentire.

Evidentemente i programmatori webmaster che implementano con tanta superficialità il refresh automatico nelle pagine web, a mio avviso, dimostrano solo tanta ignoranza e incompetenza informatica dovuta al fatto che, per loro, il "tempo cpu" non è una risorsa preziosa che ha dei costi, così come per loro non è una risorsa preziosa il canale di comunicazione dati dell'operatore di telecomunicazioni che ha un costo ed è comunque sempre limitato per quanto larga la banda possa essere.

Posso capire la programmazione di un refresh automatico sulla home page di un sito di news o in una pagina webmail, una chat, ma non posso assolutamente capire il refresh automatico di una pagina web interna di un sito contenente un post o una notizia statica, se non con il tentativo di aumentare artificiosamente il numero di volte che una pagina web è stata letta, a spese dell'utente navigatore.

Con il refresh o reload automatico di una pagina web, il programmatore webmaster fa passare l'utente navigatore, lettore delle pagine web, per un deficiente handicappato che non sa cliccare sul pulsante "aggiorna" o "reload" della pagina che sta leggendo.

Sarebbe bene che ogni programmatore webmaster eviti di implementare il refresh automatico delle pagine web se non strettamente necessario, altrimenti  fa girare i coglioni all'utente lettore, con il rischio di perderlo.


English: Screenshot of VirtualDub 1.9.0 under ...

English: Screenshot of VirtualDub 1.9.0 under Wine showing a scene of Elephants Dream Deutsch: Screenshot von VirtualDub 1.9.0 unter Wine mit einer Szene aus Elephants Dream (Photo credit: Wikipedia)


VirtualDub
è un programma freeware di video editing elementare, sotto licenza GPL, che io uso soprattutto per acquisire, campionare, convertire e comprimere video direttamente dallo schermo del PC, potendosi interfacciare con codec di compressione video esterni.
Lo trovo molto flessibile ed efficiente nell'acquisire video direttamente dallo schermo del PC con un buon frame rate, con la possibilità di impostare a piacimento l'area dello schermo da acquisire.




The options menu of the CamStudio desktop-reco...

The options menu of the CamStudio desktop-recording software (Photo credit: Wikipedia)

Un altro programma simile che uso per acquisire video direttamente  dallo schermo del PC, ma senza funzioni di video editing, è CamStudio, un progetto di software Open Source e free per usi personali, per creare video in formato AVI e SWF.

Quest'ultimo permette anche di scaricare e usare un codec lossless, ma trovo che a parità di codec il frame rate ottenuto è più basso rispetto a VirtualDub.

Per editare video, invece, preferisco usare il programma Studio Plus della Pinnacle che ho trovato abbinato alla scheda di acquisizione video 710-USB sempre della Pinnacle e che acquistai alcuni anni fa. Questo programma, nella versione ormai un po' obsoleta 11.1, offre funzioni di editing video un po' più evolute rispetto ai due programmi precedenti, ma non permette di acquisire video direttamente dallo schermo del PC, ma solo da telecamere e schede di acquisizione dati compatibili, per poi poterli memorizzare in un file.

Qui sotto trovi un video che ho fatto acquisendo le immagini di Electric Sheep direttamente dallo schermo del PC utilizzando VirtualDub impostando una finestra di 1280 x 720 pixel e 25 fotogrammi per secondo, senza audio, con un codec di acquisizione video Mjpeg e con una sottocampionatura della crominanza impostata a 4:2:2 che è poi quella di default.

Il video Mjpeg acquisito in questa maniera, senza audio, della durata di circa 7-8 minuti ha raggiunto le dimensioni di quasi due Gigabyte su disco. Per editare e aggiungere l'audio con una colonna sonora idonea ho utilizzato Studio Plus 11 che mette a disposizione uno strumento audio secondo me molto potente, anche se poco flessibile: Scorefitter. Questo strumento permette di aggiungere colonne sonore da scegliere tra quelle di una libreria di generi musicali in formato midi e di adattarle alla lunghezza del filmato in modo automatico.

Il progetto video finale di 7,48 minuti lo ho poi salvato su file in formato mpeg4 ad alta definizione, utilizzando le impostazioni previste dal programma Studio Plus 11.1 per creare il file del progetto, ottenendo un file che, in base alla velocità dati da me impostata su 4000 Kbit/s, ha raggiunto le dimensioni di circa 234 megabyte e mi ci è voluto più di un'ora per caricarlo su YouTube.


Enhanced by Zemanta

Electric Sheep

Electric Sheep (Photo credit: Jazza2)

Electric Sheep è un progetto di calcolo distribuito per generare, scaricare e visualizzare filmati di frattali in un salvaschermo. Si tratta di un programma di elaborazione grafica frattale e collaborativo fondato da Scott Draves e scaricabile dal sito Electric Sheep. Il programma genera spezzoni video di per sé graficamente molto accattivanti, già in formato avi, in sua sua cartella e per fare filmati si potrebbero usare quelli. Io invece preferisco acquisirli direttamente in tempo reale dal PC per poi rielaborarli successivamente aggiungendoci un sottofondo musicale, perché i video originali di Electric Sheep sono privi di qualsiasi audio.


Qui un esempio di video eleaborato con Electric Sheep:





Il video lo ho realizzato nei seguenti passi:


Enhanced by Zemanta

In questi giorni ho fatto diverse prove con i video in Flash, utilizzando il mio server casalingo.

Invece di caricare il video su un portale di video sharing, ho voluto configurare il mio server casalingo in modo da condividere il video, in piccolo, in casa mia.

Ho quindi preso per prova un video di alcuni anni fa, fatto al campo di volo di Collegno in provincia di Torino , codificato in mpeg2 e lo ho convertito nel formato Flash .flv utilizzando il convertitore sotto Windows Riva FLV Encoder, ottenendo il file video in formato .flv e il file immagine di preview in formato .jpg che ho caricato sul mio server casalingo Linux.

Come player flash per lo streaming video ho utilizzato l'utility FLV-Scrubber che è gratuita per usi non commerciali e che ho scaricato da un sito tedesco: http://www.topfstedt.de

Ai file .flv, .swf, .jpg occorre dare i giusti permessi di lettura, se non ci pensa il server ftp di default per come lo hai configurato.

Poi con alcune istruzioni html o anche con istruzioni javascript che puoi copiare facendo visualizza --> sorgente pagina dal tuo browser su questa pagina, ho configurato il player flash, secondo i parametri e le istruzioni indicate sul sito tedesco.

Video volo Eurofighter Typhoon

Qui non ho i limiti di banda che ho a casa su linea Adsl e il video non si interrompe così frequentemente come si interrompe sul mio server a casa.

La banda larga è come l'energia. Esiste un potere economico e commerciale che tende a limitare quello che tu potresti fare per conto tuo. Questo potere deve controllare e limitare le risorse strategiche come l'energia, l'acqua, la terra, la banda larga, le frequenze radio cioè l'aria, affinché tu non le possa utilizzare liberamente secondo le tue esigenze, ma tu sia costretto a rivolgerti a dei soggetti privati gestori di questi beni strategici per poterteli vendere ad un certo prezzo e guadagnarci, facendoti credere che si tratta di risorse limitate. Non c'è niente di limitato a questo mondo, se non il nostro cervello.

Esiste un' altra risorsa strategica che è la tua forza lavoro e la tua forza di idee. Anche questa risorsa strategica viene controllata e limitata con leggi e regolamenti come il Copyright e le leggi sulla proprietà intellettuale. Enti burocratici come la Siae, il sindacato, le agenzie del lavoro, i tribunali, vengono istituiti come dei gendarmi per il beneficio di pochi, affinché tu non sia libero di utilizzare come meglio credi le risorse che ti appartengono, ma tu sia costretto a rivolgerti a questi enti, pagando, per essere autorizzato nel loro uso.

Sono nuove e moderne forme di schiavitù, molto più subdole di quelle passate, perché non facili da identificare e comprendere. Ciò che ti appartiene per diritto naturale, ti viene sottratto dal potere colluso e corrotto con il più forte, per essere poi assegnato a una piccola oligarchia con licenza di sfruttamento nei tuoi confronti.

Quell'aereo che vedi volare nel video serve a ricordarti che se intendi ribellarti al tuo sfruttamento e al potere, lui è pronto a colpirti, per mantenere l'ordine.

La versione mobile dei siti web

in Web design | No Comments

Dico subito che le versioni mobili dei siti web a me non piacciono e trovo castrante navigare su simili siti in versione mobile. Per di più molti siti web hanno la brutta abitudine di intercettare la versione del browser con cui stai navigando e quando scoprono che navighi dal browser di un telefono palmare ti indirizzano automaticamente sulla loro versione mobile che io trovo il più delle volte veramente brutta, penosa e disorientante.

La cosa mi infastidisce moltissimo per cui il più delle volte abbandono il sito e mi dirigo da altre parti.

Siti web per cellulari e pda wap

in Web design | 7 Comments

Da alcuni giorni mi sto dedicando alla costruzione di siti web per cellulari , pda e apparecchiature mobili. Qui voglio mettere in comune alcune mie esperienze sulla costruzione di siti web per cellulari. Se hai consigli da dare in merito, scrivili nei commenti.

Il sito proprietaricasa.org in versione wap e pda

In questa immagine puoi vedere come si presenta uno dei miei siti, rivisto per poter essere compatibile con il simulatore di mobile device della Nokia.

C'è da dire che vedere un sito web su cellulare per me è una esperienza frustrante. Non hai libertà di manovra. Tutto è rimpicciolito alle dimensioni di un francobollo o poco più. La linea è lenta e i costi di connessione sono in genere più alti. Tuttavia non è sempre possibile avere dietro un personal computer desktop o un computer portatile. Così la comodità di un PDA tascabile può fare la differenza quando si è in viaggio o fuori sede e si ha necessità di accedere ad informazioni altrimenti non disponibili.

Rendere le pagine web conformi agli standard dettati dal W3C non è sempre così semplice come può sembrare, se si parte da un sito già costruito per html o xhtml, perché le regole di definizione dei tag possono cambiare in modo più restrittivo.

E' bene fare riferimento al sito web del W3C. In particolare questi link : http://www.w3.org/Mobile/ e XHTML basic possono essere dei punti di riferimento importanti per iniziare a costruire o a trasformare siti web nelle versioni per cellulari e pda.

Così ho voluto provare a rendere uno dei miei siti web amatoriali, compatibili con i telefoni cellulari. Sono andato sul sito della Nokia e ho scaricato il SDK, simulatore web di cellulare e il Nokia gateway per poter testare le mie pagine web. Mi sono studiato un po' di XHTML Basic sul sito del W3C e ho cominciato a fare prove su prove con il php e con Movable Type per arrivare a scrivere un po' di codice XHTML funzionante.

Dopo diversi tentativi di prove con l'encoding dei caratteri e il content type, ho messo giù una pagina XHTML semplice, semplice, con un link ad un foglio di stile CSS per vedere come si vedeva il mio sito sul simulatore di cellulare della Nokia. Una vera schifezza! Non si vede niente, occorre scrollare un casino, poi i link di navigazione sono in genere disposti uno sopra l'altro perché il display è più stretto. Ci vuole molta abilità e capacità di sintesi nel progettare pagine web per cellulari.

Qui, comunque, hai come esempio il codice PHP / Xhtml che ho usato per creare l'head del file di inizializzazione e configurazione.

<?php if(!headers_sent()) {header('Content-Type: application/xhtml+xml; charset=UTF-8');} else {header('Content-Type: application/xhtml+xml; charset=UTF-8', true);}print "<?xml version=\"1.0\" encoding=\"";?>UTF-8"<? print "?>"; ?>
<!DOCTYPE html PUBLIC "-//WAPFORUM//DTD XHTML Mobile 1.0//EN" "http://www.wapforum.org/DTD/xhtml-mobile10.dtd">
<html xmlns="http://www.w3.org/1999/xhtml">
<head>
<meta http-equiv="Content-Type" content="application/xhtml+xml; charset=UTF-8" />
<title>Il titolo del sito</title>
<meta name="description" content="Descrizione sito" />
<meta name="keywords" content="parole chiavi" />
<link rel="stylesheet" href="Url del file di stile.css" type="text/css" />
</head>
<body>
</body>
</html>

Se si usa il PHP, bisogna controllare che la codifica dei caratteri inviata al browser del cellulare sia quella giusta, in genere UTF-8. Inoltre bisogna controllare il content type del documento che dovrebbe essere application/xhtml+xml per la compatibilità con le specifiche wap 2.0 o per quelle XHTML Basic 1.1, ma si puo' sostituire con text/html per la compatibilità con i comuni browser.

La paranoia del webmaster

in Web design | 2 Comments

Fare siti web è una esperienza entusiasmante e bellissima, soprattutto quando sei tu in prima persona, eventualmente con la collaborazione di altre persone, a gestire il tuo sito e i suoi contenuti.

Typo3 CMS

in Web design | 1 Comment

Tra i CMS (Content Management System Framework) che più apprezzo c'è Typo3, un cms free, Open Source Software sotto licenza GPL, molto flessibile e facile da usare. Lavora su interfaccia web, usa PHP e MySql.

L'installazione del pacchetto, ben documentata, prende più di 100 megabyte e a mio giudizio ne vale la pena provarlo.

Archives

Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by Movable Type 4.35-en