Un alimentatore come albero di Natale

| No Comments

Tempo fa si è rotto l'alimentatore del mio pc. Cosa faccio? Lo smonto, lo apro e lo controllo con il tester. La tensione su 3,3 volt non dava più segni di vita. Pazienza! cerco su Internet un negozio online che venda componentistica per computer. Lo trovo, scelgo il modello di alimentatore sui 420 Watt con PFC e lo ordino. Il negozio online dopo alcuni giorni mi scrive una email dicendomi che il modello di alimentatore da me ordinato è esaurito e che in sostituzione, se sono d'accordo, mi manderebbero un alimentatore da 480 Watt con PFC allo stesso prezzo di quello da me ordinato. Visto che hanno intenzione di mandarmi un alimentatore più potente allo stesso prezzo, do conferma per la sostituzione.

Il giorno dopo arriva il corriere con l'alimentatore. Lo disimballo e lo monto nel case del mio pc. Fatti tutti i collegamenti, accendo il pc lasciando aperto il case nel caso qualcosa non fosse collegato bene e debba intervenire a sistemarlo.

Mentre il pc si avvia, che succede? Meraviglia delle meraviglie! L'alimentatore si illumina con tante lucine colorate che si accendono e si spengono. Mi chiedo: ma cosa mi hanno mandato? Un alimentatore o un albero di Natale? Già, perché dentro l'alimentatore c'è una specie di albero di Natale con tanti led luminosi e colorati che si accendono e si spengono in un gioco di luci e colori meraviglioso. Resto come incantato per alcuni minuti a vedere lo spettacolo.

Visto e controllato che nel pc tutto funziona bene mi piange il cuore dover chiudere il case. E mi chiedo a che cosa serve tutto questo. Cosa serve mettere sto bel gioco di luci in un alimentatore che deve rimanere chiuso dentro il case.

Boh! Vorra dire che a Natale, al posto dell'albero, metterò il pc sul davanzale della finestra e lo terrò tutto aperto in bella mostra.

Alcuni consigli per scegliere l'alimentatore del tuo pc.

Quando scegli l'alimentatore devi controllare quanta corrente viene erogata sulle singole linee a 12V, 5V, 3,3V, 5VSB in modo che le correnti siano ben bilanciate e dimensionate in modo da sopportare il carico che necessita il tuo pc.

La più importante è la corrente erogata sulla linea a 12 volt che deve essere dimensionata opportunamente in modo da sopportare il carico richiesto dalle periferiche come hard disk ,dvd/cdrom e scheda madre che ciucciano parecchio. Non meno importanti le linee 5 V e 3,3 V che alimentano ram e chipset. Io ti consiglio di non scendere sotto i 20 ampere sui 12 volt. Purtroppo la maggioranza delle case che costruiscono alimentatori economici non sempre danno i valori di corrente sulle singole linee, ma danno il valore massimo in Watt della potenza erogata che dice poco o niente. Perché anche se l'alimentatore è da 350 watt, ma eroga 40 ampere su 5 volt e solo 10 ampere su 12 volt non va tanto bene perchè risulta troppo sbilanciato. Meglio quindi un alimentatore da 350 Watt che riesca a dare almeno 15-18 ampere su 12 volt e anche solo 25-30 ampere su 5 volt.

Altro fattore importante è la silenziosità dell'alimentatore. Il rumore della ventola spesso è molto fastidioso. Secondo me è meglio un alimentatore con ventole da 120 mm che girano più lentamente, rispetto ad un alimentatore con ventole da 80 mm che girano più velocemente. Ed è meglio un alimentatore con due ventole a basso numero di giri rispetto ad un alimentatore con una sola ventola ad elevato numero di giri. E' anche importante che la velocità delle ventole sia controllabile in funzione della temperatura interna dell'alimentatore.

Ho letto su Internet che un metodo empirico per valutare la bontà di un alimentatore è quello di pesarlo e che tra due alimentatori di pari potenza è bene scegliere quello più pesante.

Lettura interessante sugli alimentatori

Leave a comment



Archives

Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by Movable Type 4.35-en