Giochi di Borsa

| 2 Comments

Devi sapere una cosa: la Borsa, quella dove si comprano e si vendono titoli azionari e similari, è in mano ai computer. Sono i programmi software di analisi economica-finanziaria installati sui computer degli investitori e degli operatori finanziari che fanno salire e scendere la Borsa. Non sono i mercati finanziari di per sé, non è la fiducia o la sfiducia dei mercati in un programma economico-finanziario di un governo o in un presidente piuttosto che un altro. No, oramai la Borsa è quasi tutta in mano ai computer e ai loro software di analisi finanziaria che funzionano su analisi di tipo probabilistico, sulla matematica.

Questi software usano metodi di intelligenza artificiale per analizzare l'andamento dei titoli finanziari e lo fanno su regole di tipo matematico-probabilistico, su dati storici. Sono programmi che funzionano un po' come i programmi che simulano le previsioni del tempo, ma al contrario.

Questi programmi sono sordi al colore dei governi e alla loro politica economico-finanziaria. Lo dimostra il fatto che quando l'Italia è stata recentemente declassata dall'agenzia di rating, la Borsa di Milano è salita, quando tu, invece, ti saresti aspettato un calo. I computer se ne fanno un baffo delle agenzie di rating.

Gli operatori finanziari guadagnano quando la Borsa cala, perché quando la Borsa cala significa che gli operatori passano all'incasso, cioè vendono i titoli che hanno in pancia realizzando il surplus tra acquisto e vendita. Chi decide quando vendere e quando comprare non è l'operatore finanziario in persona, ma è il software di intelligenza artificiale che gira sul computer collegato alla sede operativa della Banca o della Borsa, sulla base di parametri impostati dall'operatore finanziario.

I parametri non riguardano il colore del governo o il nome del presidente del governo, non riguardano la percentuale di tassazione che i governi impongono ai cittadini o il numero di sacrifici che debbono fare per diminuire il debito pubblico, ma riguardano il guadagno minimo da realizzare e la perdita massima tollerabile su un titolo o su un certo paniere di titoli in un determinato arco di tempo, tenendo presente l'andamento dei tioli nel paniere. La scelta del titolo da comperare o vendere è poi basata sull'analisi statistica del suo andamento storico nel tempo che il software di intelligenza artificiale compie considerando anche l'andamento di diversi prodotti finanziari che si hanno nel paniere, correlato all'andamento dei titoli fuori paniere.

La Borsa oramai è come un gioco di strategia, un gioco come un altro pilotato dai computer. Secondo me è da stupidi condizionare la politica economica di un Paese dall'andamento delle Borse. Tuttavia l'andamento delle Borse, quando negativo, può diventare una comoda e facile scusa sulla quale fare perno per imporre nuove tasse e sacrifici ai cittadini acritici, da parte dei governi da un lato e dai media maintream compiacenti, per farglieli digerire psicologicamente, dall'altro lato.

2 Comments

La moneta fu inventata per sostituire il baratto e rendere gli scambi piu' agevoli. Scambi di merce, oggetti concreti, tangibili. I falsari gia' allora erano in agguato, ma erano facilmente individuabili. Poi abbiamo smaterializzato la moneta e i falsari si sono intrufolati piu' agevolmente : ora la moneta si puo' creare dal nulla, e in diversi modi; non c'e' piu' differenza tra un falsario e uno speculatore : tutti e due creano ricchezza dal nulla. Quanta moneta falsa c'e' in giro? Poca sotto forma di banconote, molta sotto forma di bit. E' impossibile individuare un bit falso. Riusciremo a ristabilire le regole del GIOCO (se cosi' lo vogliamo chiamare)? Forse ripartendo dal baratto.

Fabrizio, l'informatica è quasi tutta basata su ciò che è vero e ciò che è falso e per distinguere le due cose si usa la tabella della verità. In Hardware, un bit falso può essere dovuto ad una condizione di errore. In tal caso si corre il rischio di mandare in crash tutto il sistema se non vengono previsti bit ridondanti di controllo e correzione dell'errore.

Interessante il discorso sulle regole del gioco. In un gioco qualcuno detta le regole e i giocatori possono decidere se partecipare al gioco o meno, l'importante è che le regole non cambino durante il gioco, altrimenti non vale. Purtroppo nei mercati finanziari come nel mercato del lavoro le regole cambiano in continuazione sempre a favore del più forte.

Leave a comment



Archives

Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by Movable Type 4.35-en