Le cyber-droghe fuori da ogni logica

| 10 Comments

Leggo l'articolo sul corriere.it: "Sul web ora ci si «droga» con onde sonore", sottotitolo: "L'allarme della Finanza. Facilissimo trovare guide e "dosi" che riproducono ecstasy, cocaina, marijuana, alcol" e mi chiedo se i giornalisti non hanno nulla di meglio da inventarsi che parlare di cyber-droghe, se non tirare fuori articoli del genere fuori da ogni logica, soprattutto tecnica e scientifica.

Chi scrive quell'articolo, a mio avviso, dimostra poca competenza in elettronica. Ma si sa l'ignoranza ne combina di tutti i colori e, notizie fuori da ogni realtà tecnica e scientifica hanno facile presa su menti ignoranti in materia. Sono notizie che probabilmente intendono distogliere l'attenzione dai veri problemi italiani che sono di tipo giudiziario e investono il Presidente del Consiglio, forse per distogliere l'attenzione dai problemi ben più scomodi di cui è bene che non se ne parli troppo.

Nell'articolo si legge: "Le onde comprese tra 3 e 30 hertz, gli infrasuoni, ovvero le frequenze su cui lavora il cervello umano, sono in grado di innescare le più diverse reazioni e sollecitare in maniera intensa l'attività cerebrale. Le onde alfa, ad esempio, che vanno da 7 a 13 hertz, hanno un potenziale effetto rilassante, ma ce ne sono altre che ottengono l'effetto opposto, cioè euforizzante o eccitante. Basta inserire questi infrasuoni - che l'orecchio umano non percepisce - dentro un brano musicale, e il gioco è fatto» ha spiegato il colonnello Umberto Rapetto della Guardia di Finanza. «L'uso di questi infrasuoni non è sconosciuto alle forze di polizia, che all'estero li usano come deterrenti, ad esempio nelle discoteche per calmare i ragazzi»".

Devo farti presente che un altoparlante è un trasduttore elettrico, cioè trasforma la corrente elettrica in onda sonora. In genere gli altoparlanti per basse frequenze come quelle in gioco, si chiamano subwoofer e hanno dei diametri molto grossi. La loro risposta in frequenza parte in genere dai 50Hz (frequenza in alternata) in su, fino ai 200-300 Hz, al di fuori di quel range di frequenza si ha distorsione sonora e armonica e l'altoparlante non svolge più bene le sue funzioni di trasduttore elettrico. Mi chiedo quindi come sia possibile riprodurre onde di 7 e 13 Hz con un comune subwoofer senza subire distorsione armonica, rendendo così il suono completamente innaturale, oltre che non percepibile dall'orecchio umano.

Ad esempio un subwoofer della JBL ES150PCH da 300 euro che non è poco, ha una Risposta in Frequenza di crossower da 30Hz a 150 Hz al di fuori del range di frequenze citate nell'articolo.

Se poi consideriamo i comuni altoparlanti per PC o per usi domestici, questi ultimi hanno un range di frequenza ancora più limitato verso i 70 Hz in su nelle basse frequenze, completamente inidonei a riprodurre onde sonore sui 13 Hz come intenderebbe far credere chi ha scritto l'articolo. Per riprodurre frequenze sui 10 Hz occorrono subwoofer molto speciali con diametri da 40 cm o più, costruiti con tecniche particolari che fanno lievitare i prezzi, rendendo l'altoparlante un lusso destinato a pochi privilegiati.

Il fatto grave è che quegli articoli vengono pubblicati anche nelle edizioni cartacee e letti spesso da persone senza competenze idonee e senza senso critico, facendo credere ciò che non è sempre vero e creando un clima ostile nei confronti di Internet. Diffcilmente un subwoofer dei più comuni riesce a riprodurre fedelmente suoni al di sotto dei 30 Hz, anche se le pubblicità riportano frequenze di 20Hz che l'orecchio umano non sempre percepisce.
Il resto è solo musica.

10 Comments

Veramente assurdo. Da notare che l'articolo parla dei risultati sui topi e non dicono che il timpano dei topi e diverso dal timpano umano.

concordo sulle droghe elettroniche, chi ha scritto quegli articoli non sa di cosa parla. le ho provate personalmente e non fanno nulla, sono al massimo associabili ad esperienze di autosuggestione o autoipnosi, rilassamento, poco altro, ottenibile con qualsiasi disco di musica newage.. vogliamo proibire anche quella???
ciao.
K.

Ciro, non conosco la morfologia del timpano. Sicuramente il timpano umano non percepisce gli ultrasuoni che invece sono percepiti dai cani e dai ratti. Per quanto riguarda gli infrasuoni non ti so dire, ma l'uomo non li percepisce, ma possono essere percepiti dagli animali, forse anche dai topi.
In questo link http://it.wikipedia.org/wiki/Infrasuoni

si accenna alla fastidiosità per l'uomo degli infrasuoni emessi dagli aerei e dai condizionatori. Tuttavia per riprodurre un infrasuono da una corrente elettrica, occorre un trasduttore idoneo, non semplice da realizzare.

Kaos, lo credo anche io.

Solita notizia allarmista su basi infondate. Se è per quello sono un drogato senza cyber-droghe, solo perchè suono il didgeridoo, che viaggia su frequenze simili...

a questo proposito ho incontrato di recente il fratello di una mia amica che mi ha detto che ha ascoltato tale tipo di musica per sei mesi, allo scopo di armonizzare i due emisferi (destro=spazialità+emozioni sinistro=linguaggio+astratto) ed attivare maggiomente il cervello in generale (dicono se ne usi dal 3% al 10%) con (a suo dire) buoni risultati, maggiore LUCIDITA' (lo scopo contrario di ciò che l' articolo giornalistico sulle droghe-sballanti suggerirebbe) ... forse si era autosuggestionato (anche se l' ipnosi e l' autosuggestione possono essere utili mezzi terapeutici, a volte) ... tuttavia (per questo ho scritto) ci tengo a far presente a voi tutti che le percezioni dell' animale uomo non si limitano al suo orecchio ... non sto trattando percezioni extrasensoriali (ipotesi possibile ma non fissabile in accordo generale, essendo manifestata sporadicamente e quindi non scientifica-ripetibile per definizione, oltre che argomento di frequenti menzogne pluricausali) ma di semplici percezioni fisciche ... le onde sonore possono essere percepite dal corpo, dalla pelle, dalle ossa ... persino dalle molecole e dal DNA (esperimenti recenti di scienza ufficiale hanno rilevato i suoni emessi durante la replicazione dell' RNA, mirando in futuro a stimolare certe reazioni chimiche nei microorganismi, usando artificialmente le specifiche sonore legate a tali eventi) ... certi suoni bassi possono interferire col battito cardiaco e (se non sono notizie infondate) hanno causato raramente arresti cardiaci (nei sani e nei portatori di pacemaker) ...
insomma ... il fatto che certi suoni non siano percepibili dall' orecchio, dunque, non vuol dire che non possano provocare cambiamenti rilevanti in noi ... in modi vari e reali definibili (dal nostro giudizio) positivi, o negativi, o ininfluenti-irrilevanti.
Dipende dai casi.
Nel caso di una bufala, se sono gratis, il rischio non è grosso ... se invece sono suoni reali, se uno li scarica perché ci crede, secondo me dovrebbe prima riflettere che non è detto che facciano bene (in base a ciò che lui crede bene) ... chi li ha fatti? potrebbe essere qualunque tipo di persona e con qualunque scopo.
Personalmente mi informerei a lungo prima di sperimentare.
Se avessi tempo da dedicare casualmente a tale argomento, che per ora è solo una curiosità su cui ragionare.

resta valido il discorso degli emettitori artificiali che usualmente non possono riprodurre certe frequenze (ma forse alcune forze di polizia hanno in uso, magari un uso sperimentale e sporadico, emettitori sonori idonei).

Grazie a tutti, bell' argomento e commenti interessanti.
b1 !!

Continua la pressione mediatica su queste droghe musicali. Oggi è la volta di Repubblica.it con questo link con questo articolo che ti segnalo:
www.repubblica.it/2008/10/sezioni/scienza_e_tecnologia/sballo-virtuale/sballo-virtuale/sballo-virtuale.html

articolo un po' più "scientifico" di quello del Corriere. Non si sa chi l'ha scritto.

Voglio dire a Michelangelo Iannone del CNR di Catanzaro, intervistato nell'articolo, che anche i flash luminosi possono fare venire o scatenare un attacco epilettico, se è per questo. Voglio anche dirgli che guardare troppo il Sole senza protezioni può rovinare la vista.

Poi consiglierei al ricercatore di approfondire piuttosto gli studi sull'effetto che hanno le onde eletrromagnetiche emesse dai cellulari dei telefonini con tecnologia gsm, umts, hsdpa, hsupa, ecc sul sistema neuronale dell'uomo e del cervello, perché con quelle tecnologie ci condividiamo la vita tutti i giorni.

Delle droghe musicali, sinceramente non ci vedo nulla di pericoloso, se non un interesse delle case discografiche a creare un clima di diffidenza nei confronti Internet e dei file mp3 che da Internet vengono scaricati.

Veramente non ho parole !! Un tempo si credeva ciecamente a tutto ciò che diceva il prete , poi a tutto ciò che diceva la televisione ora a tutti i ciarlatani che scrivono in internet !!! Ma possibile che nessuno approfondisca un po le sue conoscenze scientifiche o religiose o politiche dirette a seconda dei casi senza fidarci ciecamente di internet ,Republica, della Vanna Marchi o del blasonato ricercatore del CNR o della blasonata università americana !!!??? Nessuno dico nessuno che si prenda uno di quei testi sacri da laboratorio o di politica o di quello che è approfondisca e sperimenti e ci metta veramente del suo !? Ma dove sono finiti Leonardo , Galileo , Cristoforo Colombo , Galvani . Volta , Guglielmo Marconi , Enrico Fermi e tanti altri..siamo proprio ridotti cosi !!???
Grazie di avermi letto..e riflettete prima di scrivere perchè le parole feriscono più delle spade !

Piero, io credo che Lei non sia particolarmente ferrato in materia, anche se scrive bene in fondo si capisce si limita a scrivere. Probabilemte capisce qualcosa di elettronica (tipo venditore di euronics), ma sicuramente non ha mai composto o studiato la teoria del suono, come veramente si muovono le frequenze dei suoni, che cosa sono le frequenze, come si misurano...
Se avesse mai 'equalizzato' un qualsiasi suono saprebbe che tutti posso essere bilanciati in frequenza a proprio piacimento, sta al musicista (o bravo dj) poi far 'suonare' tutto bene, non distorcere e non accavallare, non sfasare si dice.
Pietro io posso prendere il suono di un campanello e aumentare di quanto voglio i db (decibel si dice) che si trovano esattamente a 7HZ, e lei mi dice che i subwoofer forse non riproducono il suono del campanello?
Probabilmente non è vero che si possono indurre allucinazioni o cose del genere solo con il suono, ma questo è un altro discorso.
Crede da oppositore che tutti dovrebbero ascoltare solamente i Vostri giudizi sulla maggioranza privandoci di queste piccole ma distraenti notizie?

noxound@yahoo.it

mirko, grazie dei chiarimenti. Non sono dj e di teoria del suono ne so poco o niente. Resto dell'idea che il timpano umano ha dei limiti fisici e come ogni microfono è limitato in frequenza, sia alle più alte che alle più basse.

Leave a comment



Archives

Creative Commons License
This blog is licensed under a Creative Commons License.
Powered by Movable Type 4.35-en