Home page
Chi siamo

Chiedilo all'esperto
Forum
Sondaggi

Unisciti a noi
Lettere ricevute

Cerca nel sito

Compra e vendita
Tasse e imposte

Sicurezza in casa

Le assicurazioni
I mutui
Le aziende
Agenzie immobiliari

Newsletter

Noi proprietari
Siamo espropriati
Difendiamoci
Cosa vogliamo


Staff la casa
Via Circonvallazione 120
I-10072 Caselle (To)

Indirizzo email
Aggiornata al


Scrivi al Webmaster

Chiedilo all'amministratore Ivano Di Meo

L'amministratore immobiliare Ivano Di Meo, Iscritto Albo A.N.AMM.I. n. C100, offre la sua collaborazione rispondendo ai tuoi quesiti nel ramo Amministrazione Immobiliare e Gestione Condominiale.

Le risposte verranno date compatibilmente con gli impegni professionali dell'amministratore.


Scrivi il tuo quesito
Elenco dei quesiti
Le risposte più recenti
Cerca:
or and
Ivano Di Meo
Tel. 347.8076604
Email: gd.ammservice@tiscali.it
  • Titolo: Assemblea 1 o 2 convocazione? di Salvatore del 18/09/2003, 23:05
    Quesito: In riferimento alle modalità di convocazione dell'assemblea condominiale, Le sottopongo la seguente questione:
    a norma art.1136 CC l'assemblea di 2^ convocazione può deliberare in un giorno successivo.... entro 10 giorni.... Le chiedo:
    - devono passare almeno 24 ore? Una convocazione del tipo:
    1^ convocazione giorno 18 marzo 2003 ore 20.30
    2^ convocazione giorno 19 marzo 2003 ore 11.00
    è valida? Tra la 1^ e la 2^ non è trascorso un giorno (mi pare...)
    Grazie del Suo parere...
    • Re: Assemblea 1 o 2 convocazione? di Ivano Di Meo del 19/09/2003, 09:17.
      Salve SIg. Salvatore,

      Le ho gia risposto via Email

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: costi rifacimento tetto di paolo belli del 18/09/2003, 22:38
    Quesito: Vorrei sapere , gentilmente, se i costi relativi ad attività di manutenzione straordinaria su di un tetto condominiale ' per delle lievi infiltrazioni ad alcuni appartamenti dell' ultimo piano , debbono essere ripartiti fra i condomini dei vari piani in base esclusivamente ai millesimi o vi sono anche altri parametri o differenzazioni da considerare ?

    Grazie mille per la disponibilità
    • Re: costi rifacimento tetto di Ivano Di Meo del 19/09/2003, 09:15.
      Salve SIg. Paolo,

      Art. 1126 (Lastrici solari di uso esclusivo)
      Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico: gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

      Altrimenti se il lastrico e' di proprieta' comune, potete utilizzare la tabella generale.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: il portiere dello stabile di Tecnodago@libero.it del 18/09/2003, 18:59
    Quesito: In poche parole il portiere ha avuto un arresto cardiaco nel mese di giugno 2003 non era in servizio. Dopo il ricovero durato una quarantina di gioni è uscito ed è rientrato a casa per la convalescenza. A metà del mese di agosto si è sentito di nuovo male ed è stato ricoverato ed ha subito un intervento alle vie coronarie. Passati 4 giorni dall'intervento è tornato a casa. All'inizio del mese di settembre è tornato al suo posto di lavoro come portiere. La domanda è questa: Quali certificati deve portare per riprendere il servizio e quali responsabilità abbiamo come datori di lavoro nei suoi confronti? Come dobbiamo comportarci nel rispettare la legge? Spero che la mia richiesta sia presa in considerazione e ringrazio anticipatamente.
    • Re: il portiere dello stabile di Ivano Di Meo del 19/09/2003, 09:18.
      Salve,

      la certificazione dell'ospedale sulla degenza e fine per la riabilitazione.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: spese ascensore e puliziascale di remigio del 18/09/2003, 13:33
    Quesito: Buon giorno,
    ultimamente ho avuto alcune discussioni con l'amministratore del condominio in cui vivo riguardo le spese condominiali di ascensore e pulizia scale.
    Il problema è che la tabella millesimale delle spese per l'ascensore tiene conto chiaramente del piano e si vuole adottare la stessa per la pulizia scale quando chiaramente queste sono molto meno usata da quelle dei piani alti che usano solamente l'ascensore..
    E' emerso anche che questa tabella tiene conto solo del piano e non di un coefficiente tra piano e proprietà, come penso dovrebbe essere. Esempio pratico: condominio di 8 piani, l'appartamento del primo e del settimo piano di stessa metratura hanno rispettivamente 8 e 91 millesimi nella tabella millesimale dell'ascensore.. questa tabella è stata fatta anni fa da un amministratore che poi è stato cacciato.
    vorrei avere delucidazioni in merito, sulle modalità di pagamento pulizia scale in un condominio in cui c'è anche l'ascensore e su come fare per correggere la tabella millesimale delle spese per l'ascensore secondo un corretto coefficiente proprieta-piano.
    Grazie in anticipo per le delucidazioni
    • Re: spese ascensore e puliziascale di Ivano Di Meo del 19/09/2003, 09:21.
      Salve Sig. Remigio,

      SCALE

      Art. 1124 (Manutenzione e ricostruzione delle scale)
      Le scale sono mantenute e ricostruite dai proprietari dei diversi piani a cui servono. La spesa relativa è ripartita tra essi, per metà in ragione del valore dei singoli piani o porzioni di piano, e per l'altra metà in misura proporzionale all'altezza di ciascun piano dal suolo. Al fine del concorso nella metà della spesa, che è ripartita in ragione del valore, si considerano come piani le cantine, i palchi morti, le soffitte o camere a tetto e i lastrici solari, qualora non siano di proprietà comune.

      Ascensore

      Art. 1123 (Ripartizione delle spese)
      Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione. Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne. Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: richiesta delibere assembleari di sabina del 18/09/2003, 09:56
    Quesito: Con riferimento al quesito posto in data 16.9.2003, e da Lei cortesemente riscontrato, Le preciso che l'amministratore insiste nell'affermare che fino a quando non sono diventata proprietaria dell'immobile, dopo il rogito, avendo comunque io già stipulato il preliminare, non può farmi avere la copia delle delibere assembleari relative ai lavori di ristrutturazione della facciata. Cosa ne pensa? Grazie
    • Re: richiesta delibere assembleari di Ivano Di Meo del 18/09/2003, 17:31.
      Salve Sig.ra Sabina,

      le spettano le copie dal momento che diventa proprietaria dell'immobile.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: sottotetto condominiale di arturo del 17/09/2003, 16:03
    Quesito: abito al secondo piano di un condominio formato da due appartamenti al primo e due al secondo ed ultimo piano.Dopo tre anni di tira e molla questa estate abbiamo deciso di comune accordo di effettuare vari lavori di ripristino dell'edificio(tinteggiatura,rifacimento copertine in cotto ecc) e tra queste la realizzazione di quattro fori di aereazione al sottotetto condominiale dotato di comunicazione diretta con il vano scale comune e di un lucernario per l'accesso al tetto comune.Ora a lavori ultimati i due condomini che abitano al primo si rifiutano di pagare la quota dei fori di aero-illuminazione precedentemente accordata perche' di pertinenza degli appartamenti siti all'ultimo piano.A chi la ragione?
    • Re: sottotetto condominiale di Ivano Di Meo del 18/09/2003, 08:33.
      Salve Sig. Arturo,

      se i lavori sono rivolti alle parti comuni dell'edificio, e quindi condominiali, le spese vanno ripartite tra tutti i partecipanti ( condomini ) al condominio.

      Mi tenga infotrmato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: visione libri contabili ammini di D'Alessandro Giuliano del 17/09/2003, 15:08
    Quesito: L'amministratore ha l'obbligo di mostrare i libri contabili in qualsiasi momento su richiesta di un condomino proprietario?????
    • Re: visione libri contabili ammini di Ivano Di Meo del 18/09/2003, 08:30.
      Salve Sig. Giuliano,

      l'amministratore e' tenuto ad esibire il prontuario delle spese correnti a richiesta dei condomini.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: stato di " ghetto" di Melizzi Fabio del 16/09/2003, 23:28
    Quesito: A chi mi devo rivolgere per avere di diritto un amministratore condominiale?
    Visto che siamo in 6 persone e soltanto 2 lo vorrebbero avere.

    Abbiamo moltissimo problemi non è stata ultimata una facciata della casa dall'impresa,ci sono persone che non hanno fatto in comune la richiesta per l'immondizia ,si è intasata la fossa biologica per colpa di 2 condomini ora sono 17 euro a testa per la riparazione,dobbiamo fare il contatore delle "parti comuni nessuno le vuole fare l'enel tra poco ce lo stacca.

    vi sarei grato in una risposta...e se è possibile potete indicarmi visto che è di legge l'amministratore da chi devo richiederlo? grazie mille
    • Re: stato di " ghetto" di Ivano Di Meo del 18/09/2003, 08:28.
      Salve Sig. Fabio,

      Art. 1129 (Nomina e revoca dell'Amministratore)
      Quando i condomini sono più di quattro, l'assemblea nomina un amministratore. Se l'assemblea non provvede, la nomina è fatta dall'autorità giudiziaria, su ricorso di uno o più condomini. L'amministratore dura in carica un anno e può essere revocato in ogni tempo dall'assemblea. Può altresì essere revocato dall'autorità giudiziaria, su ricorso di ciascun condomino, oltre che nel caso previsto dall'ultimo comma dell'art. 1131, se per due anni non ha reso il conto della sua gestione, ovvero se vi sono fondati sospetti di gravi irregolarità. La nomina e la cessazione per qualunque causa dell'amministratore dall'ufficio sono annotate in apposito registro.

      Tale articolo risponde al suo quesito, ma se posso indicarle un professionista del settore mi dica solo anche via email in quale provincia o citta' e' sito il condominio.

      La Saluto e mi tenga informato sugli eventi


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Installazione nuovo ascensore. di paola del 16/09/2003, 14:50
    Quesito: Egr. Dr.

    Vorrei sottoportLe un quesito breve e semplice ma che ci sta creando un

    Grande problema per quanto concerne il riparto della spesa dell’installazione

    Di un ascensore in un palazzo sprovvisto.( dalla normativa da me studiata mi risulta che

    Tale intervento non viene più considerato innovazione in quanto esso è diventato parte integrante di

    Un servizio necessario all’abitazione stessa, considerando che negli anni passati 1940 tali edifici non

    Venivano forniti dell’ascensore.)

    L’edificio in questione è composto da 4 scale (a-b- c-d) con ingressi semi separati in quanto i corpi

    Sono attaccanti per così dire conseguenzialmente.

    L’edificio in questione ha anche il servizio di portierato.

    Il portiere alloggia all’interno 2 della scala b



    Le singole scale A e D

    Hanno già installato( deliberandolo) il loro personale ascensore

    Oggi è stato deliberato per la scala B! (dove allogio)

    - Le spese di installazione ricadenti sulla proprieta’ del portiere

    Ricadono ovviamente su tutti i condomini nella ripartizione della tab. mill. di proprietà? O vanno a gravare solo sui

    Proprietari della suddetta scala B si consideri che le spese comuni in base all’art.1122 le pagano tutti riscaldamento del

    Portiere l’acqua il telefono ecc.

    - Come vengono ripartite le suddette spese di installazione?



    Grazie per la gentile consulenza
    • Re: Installazione nuovo ascensore. di Ivano Di Meo del 16/09/2003, 16:04.
      Salve Sig.ra Paola,

      le spese devono essere ripartite tra tutti i condomini
      dato che l'appartamento del portiere, da quel che intendo, e' di proprieta' dell'intero condominio.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: richiesta delibere assembleari di sabina del 16/09/2003, 12:12
    Quesito: Stò acquistando un appartamento. Ho chiesto più volte sia all'amministratore che al proprietario la copia delle delibere relative a lavori di ristrutturazione dell'edificio, per verificare gli importi deliberati. Nessuno mi ha risposto. L'amministratore è obbligato a darmene copia o no? Grazie
    • Re: richiesta delibere assembleari di Ivano Di Meo del 16/09/2003, 13:53.
      Salve Sig.ra Sabina,

      per ogni assemblea condominiale l'amministratore e' tenuto a far pervenire il verbale dove sono contenute le delibere approvate e non.

      Ora l'amministratore in questo caso e' tenuto a farle conoscere il piano di riparto delle spese previste.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

Pagina: 30 di 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 |