Home page
Chi siamo

Chiedilo all'esperto
Forum
Sondaggi

Unisciti a noi
Lettere ricevute

Cerca nel sito

Compra e vendita
Tasse e imposte

Sicurezza in casa

Le assicurazioni
I mutui
Le aziende
Agenzie immobiliari

Newsletter

Noi proprietari
Siamo espropriati
Difendiamoci
Cosa vogliamo


Staff la casa
Via Circonvallazione 120
I-10072 Caselle (To)

Indirizzo email
Aggiornata al


Scrivi al Webmaster

Chiedilo all'amministratore Ivano Di Meo

L'amministratore immobiliare Ivano Di Meo, Iscritto Albo A.N.AMM.I. n. C100, offre la sua collaborazione rispondendo ai tuoi quesiti nel ramo Amministrazione Immobiliare e Gestione Condominiale.

Le risposte verranno date compatibilmente con gli impegni professionali dell'amministratore.


Scrivi il tuo quesito
Elenco dei quesiti
Le risposte più recenti
Cerca:
or and
Ivano Di Meo
Tel. 347.8076604
Email: gd.ammservice@tiscali.it
  • Titolo: solaio di Leofreddi Fabrizio del 23/09/2003, 14:06
    Quesito: E' mia intenzione mettere in comunicazione il mio appartamento col sottostante box auto tramite l'apertura ne solaio di una vano scala interno. A tal proposito ho fatto richiesta di autorizzazione sia al comune che al genio civile. A questo punto, devo richiedere l'autorizzazione anche del condominio o devo solo portarlo a conoscenza dell'inizio dei lavori?
    Puo' il condominio impedirmi in qualsivoglia modo l'esecuzione dei lavori all'interno delle mie proprieta'? Grazie anticipatamente Fabrizio
    • Re: solaio di Ivano Di Meo del 26/09/2003, 08:55.
      Salve Sig. Fabrizio,

      se le proprieta coinvolte nei lavori interni sono esclusivamente di sua proprieta' non deve chiedere il consenso assembleare.

      Mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: soppalco di gino del 23/09/2003, 12:29
    Quesito: altezza minima inferiore di un soppalco in ferro nella citta di napoli

  • Titolo: apertura di porta su muro cond di pietro morrone del 23/09/2003, 11:42
    Quesito: Abito in un condominio di cui sono proprietario di un immobbile, di recente ho acquistato dal costruttore che all'epoca della realizzazione dell'intero edificio si riservo' il terrazzo e il diritto di vendita.
    Dal titolo in mio possesso e dal regolamento che fu redatto all'epoca risulta terrazzo di copertura realizzato con mattonelle e parapetti.
    Chiedo e possibile praticare una apertura sul muro condominiale in modo che dal mio appartamento possa accederci senza il consenso condominiale ?
    Nel caso fosse possibile quale documentazione dovrei far presente al condomio in modo da certificare che non sia un abuso.
    In attesa di una sua gradita risposta le invio distinti saluti.
    • Re: apertura di porta su muro cond di Ivano Di Meo del 26/09/2003, 08:53.
      Salve Sig. Pietro,

      per aprire una porta su un muro condominiale deve chiedere il consenso all'assemblea condominiale e se favorevole ( con delibera scritta ) chiedere l'autorizzazione della variante al comune.

      Mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: impugnazione di verbale di ass di mariapiera opezzo del 22/09/2003, 14:11
    Quesito: un verbale di assemblea ordinaria del 14.7.2003 è stato impugnato in quanto non veniva concessa a Tizio la riduzione del 50% delle spese di riscaldamento. Il Giudice valuterà il caso a novembre. Nello stesso verbale si affidavano:
    -i lavori di completamento gas ad una ditta che doveva svolgerli entro il mese di settembre ed era stato accettato il preventivo;
    -la sostituzione dell'antenna terrestre TV e la relativa parabola.
    Ora il ns. amm.re non ha fatto svolgere entrambi i lavori. E' giusto o si possono far iniziare ugualmente?
    Bisogna indire un'altra assemblea per deliberare di nuovi i due lavori? ovviamente la ditta chiederà una revisione del preventivo se faremo i lavori nel mese di marzo 2004 (dovendo spostare il contatore gas all'esterno, non è auspicabile farlo in inverno)pertanto, possiamo chiedere qualche tipo di danno a chi ci ha bloccato il verbale di assemblea e come?
    grazie.
    • Re: impugnazione di verbale di ass di Ivano Di Meo del 23/09/2003, 08:30.
      Salve Sig.ra Mariapiera,

      i lavori possono essere anche messi in opera secondo delibera ma si corre il rischio che se il giudice annulli il verbale anche i lavori in oggetto non sono piu' autorizzati.

      Per chi ha impugnato il verbale in assemblea sara' il giudice a decidere.

      Mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: CHI PARTECIPA ALLE SPESE ?? di LELLO ROMANO del 22/09/2003, 12:54
    Quesito: Salve,
    sono proprietario di in immobile e di un garage in un residence di circa 90 condomini, l'anno prossimo dovremmo effettuare l'adeguamento antincendio per i garage sottostanti le abitazioni ed ovviamente per i corridoi di accesso ai garage (quindi scale vie di fuga, porte etcc..,
    vorrei sapere se alle spese partecipano tutti i condomini o soltanto i proprietari dei garage stessi
    visto che si parla di sicurezza estesa a tutto il residence.
    Grazie
    • Re: CHI PARTECIPA ALLE SPESE ?? di Ivano Di Meo del 23/09/2003, 08:27.
      Salve Sig. Lello,

      se trattasi di garage partecipano coloro che sono proprietari.

      Diverso se l'adeguamento riguarda anche parti comuni a tutti i partecipanti al condominio dove la spesa, per tali parti comuni, va ripartita tra tutti.

      Mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: giardino condominiale di paciello michele del 20/09/2003, 22:09
    Quesito: Salve, vorrei esporle il mio problema:
    abito al piano rialzato di uno stabile residenziale e il mio appartamento e' prospiciente ad un'area comune a 4 edifici recintati.
    Da oltre 10 anni mi sforzo per far si che l'area suddetta venga coltivata in maniera tale da non costringermi a vivere nella polvere riveniente, causa vento, dal terreno incolto e spoglio facente parte della detta area condominiale.
    I condomini tutti si rifiutano di coltivare con prato e piante detta area, e tantomeno intendono provvedere alla realizzazione di un pozzo atto ad un eventuale irrigazione.
    Solo dopo ricorso alle Autorita' Sanitarie, son riuscito a costringere tutti alla pulizia periodica ed al taglio delle erbe infestanti, ma piu' di tanto non ho ottenuto.
    ESISTE LA MANIERA PER "COSTRINGERE" ALLA COLTIVAZIONE DI QUESTA AREA?
    NEL RINGRAZIARLA LE INVIO DISTINTI SALUTI E RESTO IN FIDUCIOSA ATTESA.
    LA MIA E-MAIL E' LA SEGUENTE:

    lino.mic@inwind.it

  • Titolo: giardino condominiale di paciello michele del 20/09/2003, 22:06
    Quesito: Salve, vorrei esporle il mio problema:
    abito al piano rialzato di uno stabile residenziale e il mio appartamento e' prospiciente ad un'area comune a 4 edifici recintati.
    Da oltre 10 anni mi sforzo per far si che l'area suddetta venga coltivata in maniera tale da non costringermi a vivere nella polvere riveniente, causa vento, dal terreno incolto e spoglio facente parte della detta area condominiale.
    I condomini tutti si rifiutano di coltivare con prato e piante detta area, e tantomeno intendono provvedere alla realizzazione di un pozzo atto ad un eventuale irrigazione.
    Solo dopo ricorso alle Autorita' Sanitarie, son riuscito a costringere tutti alla pulizia periodica ed al taglio delle erbe infestanti, ma piu' di tanto non ho ottenuto.
    ESISTE LA MANIERA PER "COSTRINGERE" ALLA COLTIVAZIONE DI QUESTA AREA?
    NEL RINGRAZIARLA LE INVIO DISTINTI SALUTI E RESTO IN FIDUCIOSA ATTESA.
    • Re: giardino condominiale di Ivano Di Meo del 23/09/2003, 08:23.
      Salve SIg. Michele,

      l'autorita' sanitaria e' il massimo che Lei ha potuto fare. Per legge non si puo' costringere la coltivazione di tale area.

      Mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: regolamento contrattuale di Mario Freddi del 19/09/2003, 23:53
    Quesito: Egr.sig. Ivano,
    A seguito ulteriori sviluppi riferiti alla mia richiesta del 04/09/03 e Sua cortese risposta del 09/09/03,faccio presente che il nostro amministratore conferisce al Consiglio di Condominio la facoltà di esaminare eventuali proposte atte a modificare e integrare il Regolamento di Condominio Contrattuale, decidere quali sono valide e presentare all'Assemblea il nuovo testo per l'approvazione. Tutto questo ha un costo, in quanto l'amministratore ha presentato un preventivo di spesa di: € 528.23 come compenso fisso per "stesura del regolamento del condominio" + € 20.66 per unità immobiliare (sono c.a. 150 e non 120 come da me scritto in precedenza); più un compenso fisso di€ 206.58 per "predisposizione regolamento disciplina interna del Condominio". Il tutto + IVA. La mia domanda è: che poteri ha il Consiglio di Condominio e quali sono le sue competenze? Può essere interessato così intensamente su questioni che comportano un costo per tutti i condomini? Può la sua attività essere inserita nei nuovi articolo del Regolamento Condominiale? Ancora: il Regolamento Contrattuale esistente, una volta modificato così pesantemente, resta Regolamento Contrattuale o assume valore di Regolamento Condominiale?
    Un'ultima cosa: l'art. 1 del Regolamento Contrattuale vigente, recita:"il regolamento di condominio può essere modificato con la maggioranza di cui al secondo comma dell'art. 1136 del c.c. per quanto riguarda le norme che non comportino innovazioni, e con la maggioranza qualificata di cui al quinto comma dell'art. 1136 del c.c. per le norme che comportino innovazioni". Ha valore tutto questo? Non viene citata l'eventuale approvazione all'unanimità.
    Grazie infinite ancora una volta.
    mario freddi
    • Re: regolamento contrattuale di Ivano Di Meo del 23/09/2003, 08:36.
      Salve Sig. Mario,

      il regolamento contrattuale richiede l'unanimita' dei partecipanti alc condominio.
      Il regolamento condominiale l'art. 1136 CC.

      Sono due cose diverse, comunque tutte queste modifiche, poco opportune, che tale amministratore stia stilando se non votate non possono essere inserite dal consiglio di condominio.

      Tutto deve essere deliberato in sede assembleare.

      L'Amministratore comunque ha il mandato assembleare per eseguire la volonta dell'assemblea e non crearla.

      mi tenga informato anche via Email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: informazione sull' amm. di mauro da BS del 19/09/2003, 12:17
    Quesito: Salve Ivano sono mauro ed avrei un quesito da porle:
    io sono proprietario di un appartamento in un condominio di 6 appartamenti ma non abbiamo un amministratore esterno e con quello interno non legalizzato ho avuto dei seri problemi.
    adesso gli chiedo a lei sig Ivano posso io chiedere all'assemblea condominiale un amministratore esterno?
    Oppure deve esserci la maggioranza del 50% +1 ?
    Mi spieghi lei come posso risolvere il mio problema.
    RingraziandoLa anticipatamente Porgo Distinti Saluti.

    Mauro da BS
    • Re: informazione sull' amm. di Ivano Di Meo del 22/09/2003, 11:38.
      Salve Sig. Mauro,

      ogni anno viene eletto l'amministratore che puo' essere esterno o interno. E' l'Assemblea che delibera in merito. Le consiglio di presentare un amministratore di sua fiducia alla prossima assemblea ordinaria.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: richiesta rendiconto condomini di vincenza del 19/09/2003, 00:38
    Quesito: Sono un conduttore di immobile ad uso abitativo.Vorrei sapere se l'amministratore condominiale è obbligato a darmi il rendiconto condominiale visto che il contratto di locazione prevede a carico del conduttore gli oneri condominiali salvo le spese strordinarie.La ringrazio sin d'ora per il suo parere in merito.
    cordiali saluti
    • Re: richiesta rendiconto condomini di Ivano Di Meo del 19/09/2003, 09:12.
      Salve Sig.ra Vincenza,

      se vi sono spese di suo conto l'amministratore e' tenuto a darLe copia delle delibere assembleari.
      Il rendiconto lo dovrebbe fornire il proprietario dell'immobile.

      Mi tenga informato anche via email


      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

Pagina: 29 di 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 |