Home page
Chi siamo

Chiedilo all'esperto
Forum
Sondaggi

Unisciti a noi
Lettere ricevute

Cerca nel sito

Compra e vendita
Tasse e imposte

Sicurezza in casa

Le assicurazioni
I mutui
Le aziende
Agenzie immobiliari

Newsletter

Noi proprietari
Siamo espropriati
Difendiamoci
Cosa vogliamo


Staff la casa
Via Circonvallazione 120
I-10072 Caselle (To)

Indirizzo email
Aggiornata al


Scrivi al Webmaster

Chiedilo all'amministratore Ivano Di Meo

L'amministratore immobiliare Ivano Di Meo, Iscritto Albo A.N.AMM.I. n. C100, offre la sua collaborazione rispondendo ai tuoi quesiti nel ramo Amministrazione Immobiliare e Gestione Condominiale.

Le risposte verranno date compatibilmente con gli impegni professionali dell'amministratore.


Scrivi il tuo quesito
Elenco dei quesiti
Le risposte più recenti
Cerca:
or and
Ivano Di Meo
Tel. 347.8076604
Email: gd.ammservice@tiscali.it
  • Titolo: controversia spese condominial di Monica del 19/11/2003, 16:30
    Quesito: A maggio ho acquistato un appartamento su cui gravava un debito di spese legali dovute dal venditore a seguito di un ingiunzione di pagamento che il condominio aveva effettuato nei suoi confronti. Per mia tutela il venditore ha redatto una scrittura privata dove dichiara di accollarsi qualsiasi spesa esistente prima del rogito. Il punto è che tra il venditore ed il condominio era in atto una controversia perchè quando l'ingiunzione è partita (le parlo di cinque anni fa) le spese condominiali che venivano reclamante erano già state pagate e quindi il venditore sostiene di non doverle e il condominio il contrario. Cosa mi consiglia di fare per risolvere nel più breve tempo la quastione visto che ora il Condominio le spese potrebbe richiederle a me?
    Grazie e cordiali saluti.
    • Re: controversia spese condominial di Ivano Di Meo del 20/11/2003, 14:53.
      Salve Sig.ra Monica,

      le spese che pendono sull'immobile, anche passate, possono essere chieste a Lei come attuale proprietario.

      Se sono state pagate vi saranno delle ricevute, altrimenti puo' solo rivalersi sul precedente proprietario.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: rate spese condominiali di rosita carlucci del 19/11/2003, 16:21
    Quesito: Egr. Dott. Di Meo, l'amministratore dello stabile dove vivo, ha l'abitudine di inviare il bollettino della prima rata di gestione 1 o 2 mesi prima che l'assemblea ordinaria abbia luogo. Le chiedo se è un comportamento corretto, poichè viene chiesto di pagare anticipatamente un acconto di un preventivo non ancora approvato dai condomini che non hanno, fra l'altro, preso la decisione di riconfermare o revocare l'amministratore in carica.

    La ringrazio in anticipo
    • Re: rate spese condominiali di Ivano Di Meo del 20/11/2003, 14:49.
      Salve Sig.ra Rosita,

      non dovete pagare, la procedura prevede prima l'approvazione del preventivo.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Nomina amministratore di Elio del 19/11/2003, 14:05
    Quesito: Salve, il mio quesito è questo:
    abito in un contesto di 5 palazzi e relativi giardini per un totale di 300 appartamenti. Il Cm di Milano ha dato la possibilità di riscattare l'appartamento da diritto di superficie in diritto di proprietà. Ad oggi, sono stati riscattati 155 appartamenti per un totale di 570/1000.
    I rimanenti appartamenti verranno acquistati da una cooperativa, ma non si sa quando.
    Essendo in maggioranza, abbiamo indetto un'assemblea per la nomina di un amministratore. I presenti all'assemblea erano 127 su 155, quindi l'82%, mentre i millesimi erano 470/1000 su 570/1000 quindi l'82,5% di inquilini proprietari.
    Per essere valida l'assemblea deve avere, in 2^ convocazione, 1/3 dei partecipanti del condominio ed il 50% del valore millesimale.
    Le mie domande sono:
    1)per essere considerata valida l'assemblea deve avere il 50% del valore dei condomini, quindi maggiore alla metà di 570/1000 (che sono gli appartamenti effettivamente acquistati), oppure deve avere la metà dell'intero valore immobiliare, quindi i 501/1000, tenendo quindi conto anche degli appartamenti che non sono stati acquistati?
    2)ogni palazzo deve avere i suoi 1000/1000 e quindi se si tiene conto dell'intero valore immobiliare la maggioranza è di 2501/5000?
    3)il Cm di Milano, essendo proprietario degli appartamenti a tutt'oggi invenduti, doveva essere invitato, oppure no? e se la risposta è affermativa, mi domando se la situazione fosse rovesciata, cioè se il Cm di Milano avesse la maggioranza degli invenduti, e non si presenta all'assemblea, non si costituisce la maggioranza e non si può eleggere l'amministratore, anche se questo è in contrasto con il codice civile che dice che se i condomini sono superiori a sei, bisogna avere l'amministratore.

    Spero di essere stato chiaro e ringrazio in anticipo.
    • Re: Nomina amministratore di Ivano Di Meo del 20/11/2003, 14:47.
      Salve Sig. Elio,

      Punto 1 --

      1/3 partecipanti - 1/3 almeno valore millesimale

      Punto 2 --

      Totale dell'intero condominio e' 1000.

      Punto 3 --

      Lo stesso comune e' un partecipante per tutti gli appartamenti invenduti. Doveva essere invitato.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Cantine di Enzo del 19/11/2003, 10:47
    Quesito: No, non sono state costruite secondo le piante.
    Scrivevo che sono state realizzate diversamente, di comune accordo (non scritto) di tutti i vecchi proprietari, più di venti anni fa, pur rispettando le grandezze e l'inserimento rispettivo in uno dei 4 locali sotterranei.
    Non potrebbe ipotizzarsi usucapione, visto che sono trascorsi oltre venti anni da quando sono state suddivise?
    Poi potremmo decidere tutti insieme di "cedere" al condomino che richiede l'abbattimento di tutte le altre cantine, lo spazio (lasciato apposta all'epoca) per realizzare le 2 cantine mancanti. Tra l'altro proprio nel locale in cui risulta da pianta la sua.
    Ripeto, è un capriccio e il desiderio di far abbattere (e spendere soldi) a decine di altri condomini. Che tra l'altro, hanno acquistato in questa situazione di fatto.
    E' possibile questa mediazione?
    La ringrazio nuovamente.
    • Re: Cantine di Ivano Di Meo del 20/11/2003, 14:41.
      Salve Sig. Enzo,

      se raggiungete un accordo e' meglio anche perche' rischiate uno scontro legale.

      Comunque l'idea dell'usocapione e' fattibile.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Regolamento condominiale di Michele del 18/11/2003, 14:10
    Quesito: Sono comproprietario di un locale adibito a negozio sito in uno stabile attualmente senza gestione condominiale. Tale negozio è inserito in uno stabile con 6 proprietari di appartamenti e negozi. Alcuni di questi proprietari vorrebbero costituire una gestione condominiale, regolamento condominiale e relativa tabella millesimale per la partecipazione delle spese.
    Desidero sapere se sono obbligato a partecipare a tale gestione e alla relativa ripartizione delle eventuali spese ordinarie e straordinarie a mezzo di tabella millesimale decisa unilateralmente da i proprietari degli appartamenti.

    Distinti saluti.
    • Re: Regolamento condominiale di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:28.
      Salve Sig. Michele,

      per l'art. 1129 del c.c. siete obbligate ad eleggere un amministratore di condominio e l'assemblea, con maggioranza di legge, deliberera' sul da farsi.

      Le delibere approvate sono obbligatorie per tutti.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Ripartizione spese di riscalda di Roberto Maino del 17/11/2003, 23:47
    Quesito: Abito in una palazzina di tre appartamenti con riscaldamento centralizzato. Come vanno ripartite le spese per il gasolio quando uno degli appartamenti resti disabitato?
    Cordiali saluti.
    • Re: Ripartizione spese di riscalda di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:24.
      Salve Sig. Roberto,

      secondo tabella millesimale.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: contatore di Pivati del 17/11/2003, 22:18
    Quesito: Gentile ammonistratore il mio quesito riguarda il contatore dell' enel...io vivo in una casa semi indipendente ma i contatori sono locati in un garage non di mia proprietà ora vorrei portarlo vicino casa mia ma non mi danno il benestare perchè devo eseguire uno scavo per poterlo portare vicino casa che diritti ho al riguargo?
    • Re: contatore di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:23.
      Salve Sig. Pivati,

      se deve attraversare proprieta' condominiali deve essere autorizzato dall'assemblea.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Rilocalizzazione antenna di Marco Buso del 17/11/2003, 22:04
    Quesito: Di recente nel mio condominio sono stati fatti dei lavori per portare il palo dell'antenna in una posizione piu elevata rispetto a quella attuale. Come devono essere divise le spese per questo tipo di lavoro, premettendo che i propietari dei servizi commerciali situati al piano terra sono sprovisti del servio TV. Loro sono esonerati in quanto sprovvisti di servizio? oppure tutte le spese devono essere divise sempre in millesimi. Grazie per l'utilissima collaborazione.
    • Re: Rilocalizzazione antenna di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:21.
      Salve Sig. Marco,

      paga chi e' abilitato all'utilizzo del servizio.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: Spostamento fosse biologiche di Betulia del 17/11/2003, 21:45
    Quesito: Egregio Signor Di Meo,

    Le sarei grato se potesse darmi dei chiarimenti in merito al seguente problema: il condominio dove abito ha 2 fosse biologiche ubicate in 2 locali adibiti a garage di proprietà di 2 condomini. Premetto che i 2 condomini hanno acquistato i 2 locali al momento della costruzione dell'immobile e che le fosse biologiche erano già presenti al momento dell'acquisto.
    Adesso i 2 proprietari lamentano un cattivo odore e richiedono lo spostamento delle fosse biologiche in un terreno esterno ai 2 locali di proprietà del condominio; l'amministratore condominiale ha constatato che le fosse sono in pessime condizioni e che necessitano di essere ristrutturate.
    Premesso che le spese di ristrutturazione sono a carico dei condomini che usufruiscono delle singole fosse, chi deve pagare l'eventuale spostamento delle fosse biologiche? I proprietari dei 2 locali che li hanno acquistati con annesse pertinenze, chi usufruisce delle relative fosse biologiche o l'intero condominio in quanto si tratta di una modifica strutturale?

    La ringrazio anticipatamente per il Suo aiuto e la saluto.
    • Re: Spostamento fosse biologiche di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:20.
      Salve Sig. Betulia,

      e' di interesse condominiale.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

  • Titolo: acquisto di metà appartamento di gianfranco bonfà del 17/11/2003, 17:55
    Quesito: Due coeredi hanno la proprietà di un appartamento ciascuno al 50%,sono in lite proprio per ragioni ereditarie tant'è che uno ha impedito finora sia la vendita che l'affittanza di detto locale. Ebbene, uno di loro mi avrebbe proposto di acquistare la sua quota
    di proprietà ad un prezzo interessante;io sarei veramente interessato ma vorrei sapere se subentrando
    potrei avere la possibilità (anche adendo a vie legali,nel probabile caso che non riuscissi ad accordarmi pacificamente)di fare sbloccare questa situazione di stallo. In altre parole potrei fare occupare detto locale a mio figlio? (sarebbe la ragione principale del mio interesse), oppure in qualche modo potrei obbligarlo ad acquistare la parte da me rogitata od a vendermi la sua?
    Nel frattempo l'appartamento, vuoto da 2 anni grava
    ugualmente sui proprietari per le quote condominiali. Grazie
    • Re: acquisto di metà appartamento di Ivano Di Meo del 19/11/2003, 10:18.
      Salve Sig. Gianfranco,

      rilevando il 50% si trovrebbe nella medesima situazione dell'attuale proprietario.

      Tenti per l'acquisto totale dell'immobile.

      Mi tenga informato anche via Email

      L'Amministratore Condominiale di Roma e Provincia

      Ivano Di Meo

Pagina: 12 di 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 |